Comune di Imperia

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNE DI IMPERIA

Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici tramite feed RSS
Città di Imperia
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Notizie dal Comune
Icona freccia bianca
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNE DI IMPERIA
ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNE DI IMPERIA
Elezione Amministrative Comunali 2018
13-04-2018
Data di scadenza: 17-05-2018

INFORMAZIONI per gli elettori e i candidati imperiesi chiamati il 10 giugno alle urne per eleggere il nuovo Sindaco e Consiglieri del Comune di Imperia.


Assegnazione spazi per affissione di propaganda elettorale da parte dei partecipanti alla competizione elettorale

La Giunta Municipale ha approvato l'assegnazione degli spazi per l'affissione di propaganda elettorale da parte dei partecipanti alla competizione per l'elezione diretta dei Sindaci e dei Consiglieri Comunali del 10 giugno 2018, con eventuale turno di ballottaggio nella domenica 24 giugno 2018. Sono stati assegnati appositi spazi sui tabelloni per l'affissione dei manifesti di propaganda di ciascun candidato affiancato da quelli delle liste rispettivamente collegate, seguendo lo stesso ordine progressivo risultante dai sorteggi che verrà riportato sia sui manifesti e sulle schede. Le liste ammesse all'elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale di Imperia sono 18, come da nota del15/05/2018 – Prot. n. 24501 - da parte della Commissione Elettorale Circondariale di Imperia che comunica inoltre l'ordine di ammissione delle stesse, conseguente al sorteggio e rinumerazione.
Per ogni candidatura e lista ammessa, negli appositi tabelloni situati in ciascuno dei centri abitati di questo Comune, è stata prevista un’apposita sezione delle dimensioni di m. 1 di base per m. 2 di altezza, da sinistra a destra (osservando in fronte) in stretta corrispondenza all'ordine pervenuto al riguardo e contraddistinguendo i candidati Sindaci con il numero in colore nero e le liste che li appoggiano con il numero in colore rosso;

tabellone grafico del'assegnazione degli spazi per l'affissione di propaganda elettorale da parte dei partecipanti alla competizione per l'elezione diretta dei Sindaci e dei Consiglieri Comunali del 10 giugno 2018, con eventuale turno di ballottaggio nella domenica 24 giugno 2018.

Vedi allegato a fondo notizia: h) attribuzione spazi alle candidature per le amministrative

 


 

Esercizio del voto a domicilio per elettori affetti da infermità che rendano impossibile l'allontanamento dall'abitazione

 


 

ALtresì cliccando sugli allegati sotto indicati si possono scaricare - consultare le istruzioni, modelli e documentazione necessaria per la presentazione delle candidature:

a) istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature 2018;
b) atto principale dichiarazione di presentazione di un candidato alla carica di Sindaco e di una lista di candidati alla carica di Consigliere comunale;
c) modello integrativo di presentazione di un candidato alla carica di Sindaco e di una lista di candidati alla carica di Consigliere comunale da STAMPARE FRONTE RETRO;
d) atto separato di presentazione di un candidato alla carica di Sindaco e di una lista di candidati alla carica di Consigliere comunale ULTIMO FOGLIO per autenticazione firme;
e) dichiarazione accettazione di candidatura alla carica di Consigliere comunale;
f) dichiarazione accettazione di candidatura alla carica di Sindaco;
g) designazione del mandatario elettorale.
 


Di seguito si riporta la scheda consultabile direttamente alla pagina

Ufficio Relazioni con il Pubblico - U.R.P. Uffici Giudiziari di Genova Ministero della Giustizia

 

del servizio elettorale – collegio regionale di garanzia elettorale
DOVE
Corte d'Appello - piazza Portoria 1- 16121 Genova
COS'E' Il Collegio Regionale di Garanzia Elettorale ha sede presso la Corte di Appello di Genova. E' composto dal Presidente della Corte di Appello, che lo presiede e da sei componenti effettivi e quattro supplenti, nominati dal Presidente per un periodo di quattro anni rinnovabile una sola volta.
I componenti sono nominati per la metà tra i magistrati ordinari e per la restante metà tra i professori universitari di ruolo in materie giuridiche, amministrative o economiche e tra coloro che siano iscritti da almeno dieci anni all'albo dei dottori commercialisti.
Il Collegio Regionale di Garanzia Elettorale effettua un rigoroso controllo sulle spese elettorali sostenute dai candidati alle elezioni per la Camera dei deputati e per il Senato della Repubblica e dai candidati alle elezioni per il Consiglio Regionale. Verifica la conformità alla legge e accerta la regolarità del rendiconto che i candidati debbono produrre, ai sensi dell'art.7 comma 6 della Legge 515/93, a riprova delle spese sostenute.
Per gli accertamenti da svolgere, chiede ai competenti uffici pubblici tutte le notizie ritenute utili e si avvale anche dei servizi di controllo e vigilanza dell'Amministrazione finanziaria dello Stato.
RIFERIMENTI NORMATIVI
art. 13 Legge 10/12/1993 n.515 e Legge n.43/1995
ADEMPIMENTI CANDIDATI
Coloro che intendono candidarsi possono raccogliere fondi per il finanziamento della propria campagna elettorale esclusivamente per il tramite di un mandatario elettorale.
Il candidato dichiara per iscritto al Collegio Regionale di Garanzia Elettorale il nominativo del mandatario elettorale da lui designato.
Nessun candidato può designare più di un mandatario elettorale che a sua volta non può assumere l'incarico per più di un candidato.
Sono esclusi dall’obbligo delle designazione di un mandatario elettorale, i candidati che spendono meno di € 2.580 avvalendosi unicamente di denaro proprio, fermo restando l’obbligo di redigere il rendiconto delle spese sostenute.
Per il rilascio della ricevuta comprovante l’avvenuto deposito dell’atto di designazione del mandatario elettorale, munirsi della fotocopia dell’atto medesimo.
Ciascun candidato non può superare, per la propria campagna elettorale, gli importi massimi di spesa stabiliti dalla suddetta Legge e da successive modificazioni.
Tutti i candidati, sia eletti che non eletti, - entro tre mesi dalla data dell’ultima proclamazione degli eletti, nel caso di elezioni politiche, e tre mesi dalla data delle elezioni, nel caso di elezioni amministrative - devono trasmettere al Collegio Regionale di Garanzia Elettorale il rendiconto relativo ai contributi, ai servizi ricevuti ed alle spese sostenute allegando, inoltre, gli estratti del conto corrente bancario ed eventualmente postale utilizzati, nonchè la dichiarazione di cui all'art.2 della Legge 441/1982.

Nota Bene: L'obbligo della dichiarazione di cui all'art.2 della Legge 441/1982, sancito dall'art.7 comma 6 della L.515/93 richiamato dall’art.5 comma 4 della L.43/95, riguarda anche quei candidati che per la propria campagna elettorale non hanno sostenuto spese e non hanno ricevuto alcun contributo.
Il rendiconto deve essere consegnato presso l'Ufficio Elettorale della Corte d'Appello, sito al 4° piano (in cima allo scalone a sinistra) o spedito con raccomandata A/R a Corte d'Appello - Ufficio Elettorale - piazza Portoria 1- 16121 Genova.
Occorre sempre allegare fotocopia del documento di riconoscimento.
SANZIONI
Le dichiarazioni ed i rendiconti depositate dai candidati, si considerano approvati qualora il Collegio non ne contesti la regolarità all'interessato entro 180 giorni dalla ricezione; nel caso in cui emergano delle irregolarità, il Collegio, entro il termine di cui sopra, le contesta all'interessato che ha facoltà di presentare memorie e documenti.
La mancata presentazione nei termini previsti, della dichiarazione e del rendiconto da parte di un candidato comporta l'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria non inferiore a € 25.822,84 (nel massimo di € 103.291,38) e nel caso di un candidato proclamato eletto tale violazione comporta anche la decadenza dalla carica.
Le norme sanciscono anche gli altri casi in cui il Collegio Regionale applica una sanzione amministrativa pecuniaria molto elevata a seconda della violazione commessa (sforamento limiti spesa individuali, errori formali, ritardo nel deposito delle dichiarazioni, etc.).

 

 

 


Allegato: b) atto principale.pdf (1298 kb) File con estensione pdf
Allegato: d) atto separato.pdf (1942 kb) File con estensione pdf

Ultima modifica

18/05/2018

Notizie e Comunicati correlati

mar 12 giu, 2018
- RISULTATI: Elezione diretta del sindaco, consiglio comunale, ballottaggio del sindaco. Nota per il visitatore: cliccando sul suddetto LINK all'apertura della nuova finestra sotto riportata in antemprima cliccare per aprire le opzioni sul +
mer 16 mag, 2018
- La Giunta Municipale ha approvato l'assegnazione degli spazi per l'affissione di propaganda elettorale da parte dei partecipanti alla competizione per l'elezione diretta dei Sindaci e dei Consiglieri Comunali del 10 giugno 2018, con eventuale turno ....
mar 15 mag, 2018
- Il Comune di Imperia rende noto che gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l'ausilio del trasporto pubblico per disabili organizzato dal comune e gli ....
ven 20 apr, 2018
- Con nota del 13 aprile 2018 è stata trasmessa alla Corte dei Conti sez. regionale di controllo della Liguria la relazione di fine mandato del Sindaco del Comune di Imperia corredata dalla certificazione sottoscritta dall'Organo di revisione dell'Ente. Relazione ....

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

Comune di ImperiaViale Matteotti, 157 - 18100 Imperia (IM)
PEC protocollo@pec.comune.imperia.it
Centralino: 0183 7011
Fax: 0183 290691
P. IVA 00089700082

Il sito Istituzionale del Comune di Imperia è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Il progetto Comune di Imperia è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it