UBICAZIONE: Palazzo Comunale – V.le Matteotti n.157 - II piano – lato ovest

ASSESSORE: Dott. Guido ABBO

Dirigente di Settore: Dott. Alessandro NATTA

ORARI SPORTELLO: Lun-Gio dalle 8,30 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 17,00

Mar-Mer-Ven dalle 8,30 alle 13,00

Telefono: 0183.7014160183.701416/271 Fax 0183.290691
 

MODULO DI CALCOLO IMU ON LINE - COMPILAZIONE F24 

Ai sensi di quanto previsto dall'art. 1 c. 639 della L. 27 dicembre 2014 n. 147 a decorrere dall'01/01/2014 l'IMU diviene una componente della IUC (Imposta Unica Comunale).

Con l'approvazione del nuovo regolamento IUC di prossima approvazione verrà riordinata la disciplina dell'IMU alla luce delle recenti modifiche normative.

***************************************************
Si ricorda che l'art. 1 comma 380 della L.24 dicembre 2012 n.228 ha soppresso la riserva dello stato dalla quota di imposta di cui al comma 11 dell'art. 13 DL201/2011 (50% aliquota base degli immobili fatta eccezione per abitazioni principali e fabbricati rurali) ed ha inserito la riserva allo Stato del gettito dei fabbricati del gruppo catastale "D", calcolato ad aliquota standard dello 0,76%. Pertanto per l'anno 2013 devono essere sempre utilizzati i codici F24 relativi al comune, fatto salvo per  lo 0,76% dell'IMU relativa ai fabbricati di categoria "D" (cod. 3925 IMU Stato immobili produttivi) e per la quota di competenza comunale (per il 2013 0,21% - cod. 3930 IMU immobili produttivi  incremento comune)

**********************************************************
Il DL 6 dicembre 2011 n.201, convertito con L. 22 dicembre 2011 n. 214 ha anticipato l'applicazione dell'Imposta Municipale Propria (IMU) a decorrere dall'anno 2012, sostituendo l'Imposta Comunale sugli Immobili e per la componente immobiliare, l'IRPEF e le relative addizionali dovute con riferimento ai redditi fondiari relativi ai beni non locati. Il DL 2 marzo 2012 n.16, convertito con modificazioni con L. 26 aprile 2012 n.44 ha apportato significative modifiche all' IMU. Infine la L. 228/2012 c.d. "Legge Stabilità 2013" ha modificato ancora la destinazione del gettito IMU.

Il DL 31 agosto 2013 n.102 convertito con la L. 124 del 28 ottobre 2013 ha annullato la prima rata dell'imposta relativamente all'esercizio 2013 con riferimento agli immobili: destinati ad abitazione principale e relative pertinenze (esclusi i fabbricati classati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9); appartenenti alle coop edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dai soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dall'ARTE; fabbricati rurali strumentali.
Il DL 102/2013 ha anche escluso dal pagamento del saldo le imprese costruttrici relativamente all'imposta afferente i fabbricati costruiti e destinati dalle stesse alla vendita, fintanto permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.
Sono state inoltre modificate le condizioni per la qualificazione degli immobili destinati ad abitazione principale posseduti dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze Armate e alle Forze di Polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di Polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale dei VVFF e dal personale appartenente alla carriera prefettizia.
Infine il DL 30 novembre 2013 n.133 - G.U. 30/11/2013 - ha abolito la seconda rata dell'IMU con riferimento agli immobili destinati ad abitazione principale (escluse categorie catastali A/8, A/9 e A/1) e alle unita' immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprieta' indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari.
***************************************************

L'IMU è un'imposta nuova, che pur derivando in gran parte dall'ICI presenta significative differenze, in particolare:
- rientrano nella fattispecie impositiva anche le abitazioni principale e le sue pertinenze (per il 2013 limitatamente ai fabbricati appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9);
- tutti i terreni rientrano nel campo applicativo IMU;
- sono stati modificati i moltiplicatori per la determinazione della base imponibile IMU che è più elevata rispetto all'ICI;
- il pagamento può essere effettuato a mezzo di modello F24 o specifico bollettino postale.

L'IMU è un'imposta diretta sul patrimonio, periodica (si riferisce all'anno solare) e proporzionale. Pur trattandosi di un'imposta locale una quota di gettito è di competenza erariale (aliquota base immobili produttivi "D") e dovrà essere versata allo Stato.

Il presupposto impositivo è il possesso di immobili
, ivi compresa l'abitazione principale (esercizio 2013 esclusivamente con riferimento alle sole categorie catastali A/1, A/8 e A/9) e le pertinenze della stessa. Con l'ultima versione dell'art.13 del Dl 201/2011  - modifica DL 16/2012 convertito con modificazioni dalla L. 44/2012 è stato ampliato il presupposto impositivo, in particolare facendo rientrare nel campo applicativo anche i terreni non coltivati e i c.d. “orticelli”, per i quali non è applicabile l'esenzione per i terreni ubicati nei comuni classificati come “montani” (categoria alla quale appartiene il Comune di Imperia), mentre è prevista espressamente l'esenzione dei terreni agricoli così come definiti dal D.lgs. 504/92 (terreni ove viene svolta un'attività di cui all'art. 2135 cc), in merito si rimanda alla circolare applicativa sull'IMU allegata.

I soggetti passivi
sono il proprietario di immobili, inclusi terreni ed aree edificabili, a qualsiasi uso destinati, ovvero i titolare di diritto di usufrutto, uso, abitazione , superficie, enfiteusi sugli stessi. Sono inoltre soggetti passivi il locatario finanziario, il concessionario di aree demaniali e il coniuge assegnatario dell'ex casa coniugale.
La base imponibile IMU va determinata come segue:
per i fabbricati iscritti in catasto applicando alle rendite, rivalutate del 5%, i seguenti coefficienti moltiplicatori:
 - Fabbricati in categoria A (esclusi A10) e C2, C6, C7 = 160
 - Fabbricati in categoria B e C3, C4 e C5 = 140
 - Fabbricati in categoria D5 e A10= 80
 - Fabbricati in categoria D (escluso D5) = 65 (dal 2013)
 - Fabbricati in categoria C1 = 55
 - Per i terreni incolti il reddito dominicale risultante in catasto, rivalutato del 25% e moltiplicato per 135;
- per le aree fabbricabili il valore venale in comune commercio al primo gennaio dell'anno di imposizione;
- per i fabbricati classificabili nel gruppo catastale D, non iscritti in catasto e interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati al valore contabile secondo le regole dell'art.5 del D.Lgs 504/92 e smi.

La base imponibile
degli immobili per i fabbricati di interesse storico artistico – di cui all'art.10 del D.Lgs 42/2004 – è ridotta al 50%, così come è ridotta del 50% la base imponibile dei fabbricati inagibili o inabitabili, per tale agevolazione è necessario tuttavia che venga accertato lo stato di inagibilità o inabitabilità a mezzo di perizia dei tecnici comunali o mediante dichiarazione sostitutiva di cui al DPR 445/2000 (N.B: deve essere autocertificato il possesso di una perizia che attesti l'inagibilità)
. Il regolamento IMU adottato dalla Città di Imperia ha specificato nel dettaglio le condizioni di inagibilità e inabitabilità dalle quali deriva l'agevolazione fiscale.

Per l'esercizio 2013  sono state confermate le aliquote deliberate dal Commissario Straordinario - con i poteri del Consiglio Comunale - il 24 luglio 2012, che si riportanto di seguito:

- Immobili destinati ad abitazione principale e pertinenze – aliquota dello 0,4% (solo per immobili classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9)

- Aliquota ordinaria, altri immobili –  0,97%


Si evidenzia come per l'anno 2013 la delibera relativa alle aliquote IMU debba essere pubblicata esclusivamente sul sito istituzionale dell'Ente e non anche sul sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze.


L'IMU è dovuta anche sugli immobili destinati ad abitazione principale (limitatamente alle cat. A/1, A/8 e A/9 per il 2013) e alle sue pertinenze che possono essere un immobile appartenente alla categoria C/2, uno in C7 e uno in  C6. Pertanto massimo tre pertinenze, una per ciascuna categoria indicata. Ai fini della limitazione relativa al numero e alla categoria delle pertinenze si devono considerare anche le pertinenze eventualmente accatastate congiuntamente con l'abitazione principale.

Il versamento dell'IMU 2013 dovrà essere effettuato entro il 17 giugno (acconto) e il 16 dicembre (saldo) a mezzo modello F24 con apposito bollettino postale - in allegato il decreto di approvazione e il bollettino
Per i residenti all'estero impossibilitati all'utilizzo dell'F24 il Ministero delle Finanze ha comunicato la possibilità di utilizzare un canale alternativo (si veda documento allegato).

Con la risoluzione n.35/E del 12 aprile 2012 l'Agenzia delle Entrate (allegata) ha approvato i codici tributo relativi all'IMU:
- 3912 abitazione principale e pertinenze – comune
- 3914 terreni agricoli - comune
- 3916 aree fabbricabili - comune
- 3918 altri fabbricati - comune
- 3925 IMU immobili produttivi cat. "D"  - Stato (0,76%)
- 3930 IMU immobili produttivi cat. "D"  - Incremento comune
- 3923 interessi da accertamento - comune
- 3924 sanzioni da accertamento - comune

Si ricorda che il codice comune della Città di Imperia da indicare sul modello F24 è il seguente:  E290 
Con il provvedimento 53906 l'Agenzia delle Entrate ha approvato i nuovi modelli F24 che prevedono l'introduzione della sezione IMU e altri tributi locali (si veda allegato).
In caso di errore nell'indicazione sulle deleghe di pagamento
dei codici tributo è necessario comunicare all'Ufficio IMU i dati corretti, affinché possano essere registrati sulle banche dati comunali.




DICHIARAZIONE IMU
Con decreto del Ministro dell
'Economia e delle Finanze del 30 ottobre 2012 è stato approvato il modello per la dichiarazione IMU e le relative istruzioni. Il termine per la presentazione della dichiarazione è il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui si è manifestata l'evento che ha dato origine all'obbligo dichiarativo.  Sul sito del Ministero delle Finanze è disponibile un modello di dichiarazione IMU editabile (clicca qui per accedere)
In allegato sono disponibili il modello e le istruzioni in lingua tedesca.

Presso l'Ufficio IMU sono disponibili i modelli cartacei per la dichiarazione.
In allegato si trovano il modello e le relative istruzioni.


RIMBORSI
In caso di un versamento effettuato in eccesso rispetto all'imposta dovuta il contribuente può presentare istanza di rimborso al Comune di Imperia (attenzione: anche per la quota erariale la domanda va presentata all'Ufficio Comunale). Il rimborso può essere richiesto entro cinque anni dal versamento (art. 1 comma 164 Legge del 27/12/2006 n. 296) e il Comune deve procedere entro 180 giorni dal ricevimento dell'istanza. Ad oggi è possibile tuttavia procedere al rimborso della sola quota comunale, in quanto si è in attesa delle istruzioni relative al rimborso della quota erariale come precisato dalla Risoluzione MEF 2/DF del 13 dicembre 2012 (allegata).

Per ogni informazione si può fare riferimento ai numeri di telefono che seguono:
0183/701416 o all'indirizzo e-mail sotto indicato.

Attenzione l'indirizzo di posta elettronica sotto riportato può essere utilizzato per la richiesta di informazioni all'ufficio, non deve essere utilizzato per l'invio di istanze o documenti, le quali devono obbligatoriamente pervenire a mezzo posta, fax, posta certificata o consegnate a mano all'ufficio protocollo comunale.

(aggiornamento  pagina 27/03/2014)
You'll need Skype CreditFree via Skype

Scrivi all'Ufficio
MAGGIORI INFORMAZIONI :

AllegatoDimensione
D.Lgs 23/2011 art. 88.85 KB
Comuncato Agenzia Entrate 12 aprile - F24 e IMU31.97 KB
Risoluzione Agenzia Entrate n. 35 - Codici tributo per versamenti IMU57.65 KB
Circolare Ministero Finanze n. 3 - Applicazione IMU6.09 MB
Art. 9 D.Lgs 23/201114.67 KB
F24 semplificato (utilizzabile dal 1 giugno 2012)374.92 KB
Aliquote IMU 2012 - delibera n.30 del 24 luglio 2012 (pubblicate in data 30 luglio 2012)46.09 KB
Regolamento Imposta Municipale Propria (IMU)122.74 KB
DICHIARAZIONE IMU (modello)40.37 KB
DICHARAZIONE IMU (istruzioni)203.56 KB
DM APPROVAZIONE DICHIARAZIONE IMU167.63 KB
Bollettino conto corrente postale IMU - decreto approvazione 194.73 KB
Risoluzione MEF 2/2012 del 13/12/2012264.73 KB
IMU istruzioni dichiarazione in lingua tedesca114.17 KB
IMU modello dichiarazione in lingua tedesca84.36 KB
Art. 1 comma 380 L 228/2012 "L. Stabilità 2013"32.77 KB
Risoluzione Ag. Entrate 33/2013 (Codici tributo IMU cat. D)53.61 KB
Istanza rimborso ICI IMU101.81 KB
MODELLO DICHIARAZIONE PERTINENZE45.91 KB
Modello F24 e decreto approvazione (codice operazione).pdf996.18 KB
Art. 13 DL 201/2011 (aggiornato agosto 2013)69.12 KB
Testo coordinato conversione DL 102_2013 64.41 KB
Istruzioni saldo IMU 201374.99 KB
ISTRUZIONI RAVVEDIMENTO OPEROSO IMU (SALDO 2013)30.31 KB